lunedì 10 febbraio 2014

Commento di Simone Bertino

Un commento più che lusinghiero, quello di Simone Bertino:

Voto 
La libertà è in vendita.
Un libro colto, non per tutti. Certamente è un libro inadatto a chi non ritiene indispensabile ritagliarsi del tempo, di qualità, per se stessi, a dispetto delle sollecitazioni esterne, che agiscono dall’interno. Un libro diretto, da leggere con calma, per poter riflettere. Un libro da scoprire. Un libro da pensare, con pazienza. Sicuramente non è un libro facile. Questo non significa che sia difficile. Una contraddizione? No, due frasi, due affermazioni. Ma forse potrebbe essere solo una frase con un’affermazione ambivalente, forse con un solo significato, decidilo tu, se sei libero. Un libro che si mette di traverso, tra il lettore e la volontà di essere un lettore migliore. E’ difficile? Non lo posso dire. Un libro per ragionare e per scoprire. Un libro chiaro, che parla ad un lato oscuro. Un libro che sa far rallentare. Un libro contro corrente. Un libro che dovrebbe essere letto. Una sfida tra le parole, del titolo. Una conquista tra le parole, del breve ma intenso testo. Un libro che doveva essere scritto. L’autore l’ha fatto. Il libro è l’autore. L’autore è il libro. Si parla anche di donne, di amore, quindi è un buon libro, per certi versi romantico. Le donne, più che gli uomini, dovrebbero leggerlo. Certamente lo capirebbero. Se l’autore, Alessandro Pagano, fosse uomo di spettacolo il libro sarebbe un best seller. Ma questo non è un buon motivo per non leggerlo. Io l’ho letto. Lo spettacolo è nel libro, non fuori. L’impegno nella lettura viene ripagato con la qualità dei pensieri che ne conseguono. Leggilo se hai a cuore la tua libertà mentale.

Amore vero

Esattamente novant'anni fa, il 2 ottobre del 1928, un giovane sacerdote stava mettendo insieme le schede formato 1/4 uni (un quanto d...