sabato 28 febbraio 2015

Guarda, guarda... cosa trovi su "Tempi" di Luigi Amicone...

... oltre alle cartoline di Pippo: un video di una mamma / attrice, bella e piena di fede,che racconta di come ha scoperto che la parte più alta della vocazione della donna non è la visibilità e il successo: insomma raccontando una cosa politicamente scorrettissima: è la sua "invisibilità".

(http://www.tempi.it/videogallery/elogio-della-donna-che-costruisce-cattedrali-tutti-i-giorni).


"Invisibile". La donna invisibile? Si, in un certo senso... o meglio, no, perché l'invisibilità non caratterizza la donna, nel senso che ogni volta che ella lavora in casa sta facendo un lavoro invisibile di fatto difficilmente quantificabile eppure decisamente impagabile. Oggi che ci troviamo nella civiltà dell'immagine e tutto viene misurato sulla base di quanto si conosce, si vede e si vende, per un attimo, approfittando della ribalta di uno spettacolo, questa donna restituisce al suo genere la grandezza del ruolo di donna, di moglie, di madre, indipendentemente da quanto sia visibile, abbia successo e guadagni.

“La donna invisibile”. Una performance teatrale della scrittrice e “Faith Dramatist” Nicole Johnson

Leggi di Più: La donna che costruisce cattedrali tutti i giorni | Tempi.it 
Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook


Qualcosa mi dice che questo video piace alla Madonna... anche se non la "taggo", perché non è necessario.

Mi ha fatto ricordare l'ormai celebre "Il lavoro più duro del mondo"

#worldstoughestjob 



Ok, proprio un bel video, oltretutto vero, realistico, ma cosa si può fare per cambiare le cose? Per fare in modo che venga rivalutato? C'è qualcuno che sa rispondermi o la risposta (e la ricompensa) si troverà solo in Cielo?

Credo che questo rimanga un altro messaggio in bottiglia senza risposta, ma sarei ben contento di sbagliarmi. Petizione al Presidente del Consiglio dei Ministri? In altri paesi c'è chi l'ha risolto? Non mi risulta...

Pillole di filosofia

Attenzione a fare battute in un bar di Napoli! Oggi dopo pranzo stavo per partire della Calabria in treno ma volevo prendermi un caffè. Sicc...